domenica 14 dicembre 2008

Pappardelle alla barbabietola in salsa di porri


La barbabietola, Beta Vulgaris, è un ortaggio già conociuto al tempo dei greci ma forse un po’ sottovalutato da noi uomini (e donne) moderni…..Il che è un peccato, in quanto è un vero e proprio concentrato di magnesio, fosforo, calcio, potassio e ferro, facilmente assorbibili dall’organismo.
Inoltre contiene anche zuccheri semplici (esiste la varietà della barbabietola da zucchero, così chiamata perché da essa viene estratto lo zucchero).
La naturale ricchezza della barbabietola in sali minerali, vitamine ed altre sostanze utili, la rende un un ottimo ricostituente, efficace e rapido nella sua azione rinvigorente.
Tale alimento è infatti particolarmente benefico per le sue proprietà dietetiche e salutari: assorbe infatti le tossine dalle cellule e ne facilita l'eliminazione, è depurativa, mineralizzante, antisettica, ricostituente, favorisce la digestione, stimola la produzione di bile e rafforza la mucosa gastrica, cura le anemie, le infezioni del sistema cerebrale, stimola la produzione dei globuli rossi, scioglie i depositi di calcio nei vasi sanguigni e ne impedisce l'indurimento, infine stimola il sistema linfatico.
Per questi motivi, la barbabietola è consigliata a chi è sottoposto a stress fisico, a chi è in convalescenza, ai bambini e alle donne in gravidanza.
[Informazioni tartte da
Wikipedia e dal numero 9 di Ottobre 2008 di “Cucina Naturale”, da cui ho tratto anche la ricetta!]

Detto questo, capirete bene perché il piatto che vi propongo oggi è particolarmente salutare!
Vi riporto la ricetta tale e quale l’ho trovata su Cucina Naturale di Ottobre 2008, troverete in parentesi le mie modifiche.
Nota: Sul mensile danno questi ingredienti per 4 persone. Io li ho un briciolo ridotti e alla fine mi sono venute pappardelle per 2 persone. Probabilmente perché ho steso la pasta con il mattarello ed è rimasta un po’ più spessa che se avessi usato la macchinetta.

E' veramente un piatto buonissimo e fa anche un'ottima figura...perché non proporlo per Natale?

Ingredienti per 4 persone (le mie dosi sono per 2 persone):
100 gr di semola di grano duro (io non ce l’avevo, ho messo solo farina 00)
150 gr farina 00 (io 200 gr)
80 gr di barbabietola cotta (io 110, perché ho eliminato un uovo)
3 tuorli (io 2)
3 porri (io 2 --> se grandi, per 2 persone,ne basta uno solo)
1 cucchiaio di rosmarino tritato
1 cucchiaio di semi di papavero
olio evo
sale

1. Sbucciate e tagliate a dadini la barbabietola e frullatele finemente con i tuorli (otterrete una bella crema). Impastate la farina e la semola (se avete fatto come me avrete solo la farina) insieme a questa crema, a un pizzico di sale e alla poca acqua necessaria per formare un composto sodo (io non ne ho avuto bisogno). Copritelo e lasciatelo riposare per almeno un’ora. Passato questo tempo, stendete la pasta ad uno spessore di 2 mm e ricavate delle pappardelle corte (Io ho usato il mattarello. Bella soddisfazione alla fine, ma ve lo sconsiglio perché questa pasta è abbastanza dura ed elastica e quindi difficile da tirare. Per chi vuole comunque usarlo, il consiglio è di dividere l’impasto in tre parti e stenderli uno alla volta. Per ottenere le pappardelle, basta poi arrotolarli dopo averli un po’ infarinati perché non si attacchino, e quindi tagliarli con un coltello. Et voilà!).


2. Nel frattempo affettate fini i porri (guardate qui che spiega bene come pulirli), conditeli con il rosmarino, un pizzico di sale e 4 cucchiai d’olio. Rosolateli dolcemente in una padella per 20-25 minuti, poi frullateli (con il miniprimer ad immersione), diluendo con poca acqua calda per ottenere una salsa uniforme (Io non ho aggiunto acqua in questa fase, ma ho scolato le pappardelle con la schiumarola, cosicché fossero un po’ più “bagnate”. Se volete cmq aggiungere acqua qui, potete usare quella di cottura delle pappardelle).
3. Lessate le pappardelle per 3-4 minuti (Io le ho fatte cuocere per 10 minuti da bollore, anche perché erano un po’ spesse. In ogni caso vi accorgerete quando saranno cotte perché acquisiranno un colore rosa anziché quel viola-vinaccio dell’impasto).Distribuitele nei piatti cospargendo con i semi di papavero precedentemente tostati per 5 minuti a calore basso.

By Castagna

15 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

wowwww buono e anche sofisticato al punto giusto:-)bacioni imma

Dida70 ha detto...

Mamma mia che bontà!
un abbraccio
dida

ღ Sara ღ ha detto...

che meraviglia!!!!! fantastiche!!! faccio spesso le tagliatelle ma la barbrabietola non l'ho mai usata!!

proverò!!

Pamy ha detto...

wow non ho mai provato a fare la pasta colorata ci proverò!!

Serena ha detto...

Belle!!
Anch'io oggi sono stata ispirata dalla barbabietola, è un sapore che da bambina odiavo, adesso invece mi piace molto..
:)

Roberta e Chiara ha detto...

Non ho mai provato niente con la barbabietola ma le tue pappardelle sembra molto carine così colorate. Può essere un'idea per un menu' di Natale un po' diverso... Salutoni Roberta

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Rimango ogni volta incantata dall'effetto cromatico della barbabietola. Un piatto così non può che mettere allegria

Ciao
Alex

roxina ha detto...

Castagna i tuoi piatti sono sempre belli e buoni...bravissima! UN bacio :)

Mirtilla ha detto...

bellissima questa ricetta!!!
sei stata bravissima con le pappardelle e hai creato un sughetto niente male per davvero ;)

MANUELA ha detto...

idea origianale!! non le avevo mai viste.
Complimenti
Bacioni

chiara ha detto...

Ciao!
grazie per essere passata nel mio blog!
Questa pasta colorata e' subito da copiare!una bellissima idea!

Camomilla ha detto...

Sarebbero perfette per me che sono anemica, devo reinserirle nella mia alimentazione! Mi piacciono molto per il loro colore e per l'abbinamento con la salsa di porri che secondo me le valorizza tanto.
Un bacione!

Castagna e Albicocca ha detto...

Imma: il sapore è delicato.
Dida: La rifarò sicuramente
Sara:provala perché da un gran bel tocco di colorePamy:da delle belle soddisfazioni!
Serena:sai che anche a me sa piccola non piaceva? Invece ora ne sto mangiando in abbondanza!
Roberta e Chiara:si, un bel piatto rosa ci sta bene!
ALex:anche a me piace moltro giocare sugli effetti cromatici e sui contrasti
Roxina:grazie,così però arrossisco....come una barbabietola!!
Mirtilla:una ricetta diversa per cambiare un po'
Manuela:melio cambiare,ne??? :-)
Chiara:provala e mi dirai!
Camo:con tutte le proprietà benefiche non possono che far bene! anche un po' di carne all'albese...

By Castagna

may26 ha detto...

♫♫♫ ciao ragazze ,complimenti sei stata propri brava cara Castagna (-_^) un abbraccio e un bacino a entrambe ♫♫♫

lenny ha detto...

Raramente compro le barbabietole ma, da quanto leggo, capisco che dovrei cambiare abitudini e consumarne di più.
Il primo che hai preparato è di grande impatto visivo ed è interessante l'accostamento con i porri.
Ciao

Related Posts with Thumbnails