lunedì 18 maggio 2009

Tortillas di farina (Tortillas de harina)



Dovete sapere che a me la cucina messicana piace molto (ma anche quella orientale….ehm che cosa non mi piace?Bah!) .
La trovo buona e…divertente! Sì, perché mi piace arrotolare il cibo dentro quelle buonissime tortillas e poi mangiarle così, semplicemente, con il ripieno che vuole cadere. Mi da un senso di libertà e semplicità. Un po’ come la nostra pizza, un piatto semplice, da mangiare rigorosamente con le mani, infarinandosi per bene e sbrodolando sughetto di qua e di là!
Dunque da amante delle cose fatte in casa potevo non fare le tortillas “fai da te”? Noooo e quindi…
La ricetta è stata presa dal bellissimo sito di
Giallo Zafferano (conoscete tutti, no?), esattamente qui. Non ho cambiato nulla nelle dosi, è perfetta così.
Unica raccomandazione: fate 8 tortillas. Le proporzioni sono giuste così, non stupitevi se vi sembra che l’impasto sia poco, fidatevi e fate 8 palline di 50 gr altrimenti saranno troppo spesse!
Vi riporto al ricetta tale e quale ma andate a vedere
qui la sequenza delle foto che spiega veramente bene come fare.
Che cosa ne ho fatto di queste tortillas? Stay tuned, tra poco (il tempo di preparare il post) lo saprete!

Mie note: sono venute molto buone ma leggermente diverse da quelle che mangio di solito al ristorante messicano. La prossima volta voglio provare un’altra ricetta che ho già adocchiato….senza lievito. Poi vi dirò la mia preferita!








Ingredienti per 8 tortillas
Acqua - tiepida 120 ml
Farina - 00 - 250 gr
Lievito chimico in polvere - x torte salate 10 gr
Olio di oliva - 3 cucchiai
Sale - 1 presa

In una ciotola dai bordi alti mettete la farina setacciata, il lievito, l'olio e aggiungete poco alla volta l’acqua tiepida in cui avrete fatto sciogliere il sale; impastate gli ingredienti con un cucchiaio di legno o con le mani.
Mettete ora l’impasto sulla spianatoia e lavorate la pasta per almeno 10 minuti fino renderla liscia ed omogenea (per la spianatoia vi servirà dell’altra farina); formate una palla, ponetela in una ciotola e lasciatela lievitare per 15 minuti.
Trascorsi i 15 minuti, riprendete la pasta e formate 8 palline del peso di circa 50 grammi l’una (mi raccomando, fatene 8, non di meno altrimenti verranno troppo spesse); con il mattarello stendete ogni pallina formando un disco rotondo del diametro di 15 centimetri (quest’operazione è abbastanza faticosa perché al palla è molto elastica…certo che se aveste l’attrezzo apposito per le tortillas la fatica sarebbe inferiore…ma insomma, maggiore lo sforzo, maggiore l’apprezzamento e la soddisfazione finali,no?)
Mettete sul fuoco una padella per crepes (o antiaderente) e, quando sarà ben calda, adagiatevi una tortillas (non serve olio! Solo padella calda, non preoccupatevi non si attacca); fate cuocere a fuoco moderato per un paio di minuti, girando la tortillas su entrambi i lati.

Consiglio: Mano a mano che preparerete le tortillas, ponetele una sull’altra avvolte in un telo pulito da cucina; in questo modo eviterete che diventino secche.

Mia nota: per conservare le tortillas l’ideale sarebbe avere un contenitore rotondo di terracotta con tanto di coperchio in terracotta. In mancanza va bene un qualsiasi piatto fondo e un coperchio di quelli da cucina! Stendete sopra il vostro contenitore il canovaccio aperto e poi posizionate le tortillas cotte una sopra l’altra. Alla fine chiudete il canovaccio e coprite con il coperchio. Siccome sono belle calde e le state “soffocando” lì dentro si svilupperà molto umido, che le conserverà ancora più morbide. E’ giusto così.
Portate in tavola direttamente il contenitore e posizionatelo a centro tavola. Ogni commensale si servirà di una tortillas prelevandola dal canovaccio e poi lo richiuderà per preservarne la freschezza e morbidezza!

¡buen apetito! (si dirà così? Boh, correggetemi se ho sbagliato!! hihihi)


Castagna

6 commenti:

Mirtilla ha detto...

ma che meraviglia!!!bravissima ;)

marsettina ha detto...

che belle

Castagna e Albicocca ha detto...

Mirtilla: uh niente di che...vse son venute bene a me al primo colpo è perché sono proprio facili!

Marsettina: ehm la foto però è bruttina

Onde99 ha detto...

Soddisfo subito la tua curiosità e ti comunico che "buon appetito" in spagnolo si dice "que te aproveche"... del resto, di fronte a delle tortillas così, figurati se è il caso di badare alle formalità: io mi ci avvolgerei dentro una di quelle, anzi, ci avvolgerei Hugh Grant, anzi, ci avvolgerei me stessa e hugh Grant insieme. Ondecuriosadisaperecomelehaifarcite

brii ha detto...

mie!
ho cercato la ricetta dappertutto!!
grazieeeeeeeeeeeeee tesoro!!
mò sono più felice del solito!
:)))
baciusss

Castagna e Albicocca ha detto...

Onde: ma davvero si dice così??? Sai che non l'avrei mai detto?
Domani correggo il post...quando ce vo' ce vo'!

Brii: bella ma figurati! Questa è sicuramente facile, ma la prossima volta ne voglio provare una senza lievito...credo che quelle originalissime non ce l'abbiano!

BACIONI
Castagna

Related Posts with Thumbnails